Ultimi Commenti

INVIATO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, AL ...

28.10.14 @ 20:57:41
da Lorenzo Lanfranco


La costituzione non mette un limite ...

05.02.13 @ 11:29:50
da Giorgio Casadio


come ho già avuto modo di ...

01.02.13 @ 17:12:46
da giorgio


E' solo una buffonata qualunquistica che ...

01.02.13 @ 16:45:17
da Gian


Non si fa giustizia con questo ...

01.02.13 @ 15:49:19
da Piero


Calendario

Dicembre 2016
LunMarMerGioVenSabDom
 << <Giu 2017> >>
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatore: 1

rss Sindicazione

Link

    Affissione degli articoli inviati il: 01.01.01

    Un parlamento incostituzionale non può legiferare.

    Quando sono entrati in carica hanno giurato sulla Costituzione e questi ci cacano sopra ?.

    Il giuramento e la fiducia 

    Prima di assumere le funzioni, il Presidente del Consiglio e i Ministri devono prestare giuramento secondo la formula rituale indicata dall'art. 1, comma 3, della legge n. 400/88. Il giuramento rappresenta l'espressione del dovere di fedeltà che incombe in modo particolare su tutti i cittadini ed, in modo particolare, su coloro che svolgono funzioni pubbliche fondamentali (in base all'art. 54 della Costituzione). Entro dieci giorni dal decreto di nomina, il Governo è tenuto a presentarsi davanti a ciascuna Camera per ottenere il voto di fiducia, voto che deve essere motivato dai gruppi parlamentari ed avvenire per appello nominale, al fine di impegnare direttamente i parlamentari nella responsabilità di tale concessione di fronte all'elettorato. E' bene precisare che il Presidente del Consiglio e i Ministri assumono le loro responsabilità sin dal giuramento e, quindi, prima della fiducia.

    Formula rituale

    "Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della nazione"

    Per questo sono incostituzionali a parte che non sono stati scelti dal popolo ma nominati dalle segreterie di partito quindi sono incostituzionali in ogni caso.

    Art. 56.

    La Camera dei deputati è eletta a suffragio universale e diretto.Il numero dei deputati è di seicentotrenta, dodici dei quali eletti nella circoscrizione Estero. Sono eleggibili a deputati tutti gli elettori che nel giorno della elezione hanno compiuto i venticinque anni di età.La ripartizione dei seggi tra le circoscrizioni, fatto salvo il numero dei seggi assegnati alla circoscrizione Estero, si effettua dividendo il numero degli abitanti della Repubblica, quale risulta dall'ultimo censimento generale della popolazione, per seicentodiciotto e distribuendo i seggi in proporzione alla popolazione di ogni circoscrizione, sulla base dei quozienti interi e dei più alti resti.

    Art. 58.I senatori sono eletti a suffragio universale e diretto dagli elettori che hanno superato il venticinquesimo anno di età. Sono eleggibili a senatori gli elettori che hanno compiuto il quarantesimo anno.

    Il presidente della repubblica ha violato la Costituzione perchè fà passare molte leggi incostituzionali.

    Perchè non scioglie le camere per incostituzionalità ?, e poi sarebbe il garante della Costituzione ?.

    Ma smettiamola di credere a queste cose.

    Ripeto tutto il parlamento e presidente della repubblica compreso è incostituzionale e non devono restare li a legiferare perchè non hanno nessun diritto.

    Chi applica le loro leggi e chi prende ordini da parlamentari incostituzionali a sua volta viola anche esso la Costituzione. (Costrizione alla violazione dei diritti costituzionali).

    Le forze dell' ordine mi sembra che hanno giurato sulla Costituzione ed invece ci cagano anche loro sopra ?.

    Sono tutti da buttare fuori a calci nel sedere altro che balle !!!!!!

    Il sistema è da rifare..........
    Admin · 410 visite · 0 commenti
    Categorie: Prima categoria
    11 Gen 2013
    Art. 4

    La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

    Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

    La casta non può sempre pretendere da chiunque di pagare le tasse anche se quella persona ha problemi di lavoro ed ovviamente economici.

    Quindi la persona ha il pieno diritto sacrosanto di pretendere un lavoro da chi cerca le tasse. La cosa deve essere reciproca....

    Altrimenti tu non garantisci una vita dignitosa (questo vale per tutti) ?, bene, allora io non ti pago un cavolo anzi mi devi pagare tu per evitare che io sono costretto a rubare.

    Te ne fregherai ?

    Se te ne freghi allora perchè alle elezioni pretendi il voto ed io non devo pretendere nulla da te ?

    E chi sei tu ?, come tu hai diritto di vivere ho pieno diritto anche io perchè sono una persona in carne ed ossa come te.............

    Allora se ad una persona la costringono a rubare contro la sua volontà di chi è la colpa ?

    Loro arrestano ?, bla bla bla......

    Senti tu che cerchi le tasse io pretendo un lavoro e tu te ne infischi di me ma io devo pur vivere no ?, quindi che facciamo ?

    Loro possono dire: Ma noi proponiamo già le condizioni che rendono questo diritto.

    Giusto con i concorsi, ma se hai concorsi ci sono le solite raccomandate allora chi deve avere questo diritto deve avere raccomandate o niente diritto ?, allora ?

    Loro possono anche dire, ma mica abbiamo la bacchetta magica ?, dove prendiamo i posti di lavoro per tutti ?

    Ma scusate, se non siete in grado di garantire una vita dignitosa a chi è senza lavoro allora che ci state a fare li ?, perchè pretendete il pagamento delle tasse per farvi mantenere dal popolo mentre se il popolo stesso pretende un diritto non sapete da dove iniziare ?

    NON ACCETTO NESSUNA CRITICA............. 
    Admin · 219 visite · 0 commenti
    Categorie: Prima categoria
    28 Dic 2012

    Ma perchè quando un cittadino è dalla parte della ragione per avere giustizia deve oltre alla denuncia chiamare l' avvocato, aprire delle cause con ulteriori spese inutili che porterebbero il cittadino a mollare tutto perchè non può badare alle spese ?

    Se un cittadino può provare che è dalla parte della ragione perchè deve perdere tempo con queste inutilità ?

    Perchè complicare la vita ai cittadini ?

    Per fare mangiare avvocati, giudici e compagnia bella ?, e questa sarebbe la giustizia in Italia ?.

    Chi parla di giustizia parla di una cosa che ormai non esiste.

    Certe cose sono fatte apposta contro i cittadini per evitare di avere giustizia, chi è straricco può avere giustizia e chi non lo è non può avere giustizia anche se è dalla parte del giusto. 

    Chi parla di giustizia non parla di niente, la giustizia forse si troverà in un' altro pianeta.

    Ormai è tutto uno schifo e non si possono accettare mai e poi mai queste cose....

    Bisogna rivoltare il sistema intero come un calzino..........

    Admin · 216 visite · 0 commenti
    Categorie: Prima categoria
    05 Dic 2012


     Molti vogliono fare la rivoluzione ma molti che ne parlano non l' ha fanno perchè si sentono le solite risposte:

    E che facciamo tu ed io ?

    Ammettiamo se invece di quella risposta se ne dà un' altra diversa: "Ok, inviterò agli altri per organizzarci"

    la rivoluzione sarebbe partita subito non credete ?

    Ci sono dei passaggi da fare per iniziare una rivoluzione:

    1) Facciamo una vera rivoluzione

     

    2) 

    3) In campagnia elettorale fare questo:

    4) Fare questo:

    5) E se non funzionano nessuno dei 4 passaggi, allora fare questo senza ripensamenti:

     

    Allora iniziate ad attuare quei 5 passaggi altrimenti significa che vi piace prenderla li e vi lamentate nello stesso momento....

    Admin · 240 visite · 0 commenti
    Categorie: Prima categoria
    28 Nov 2012

    Cosa sono le primarie ?


    Le elezioni primarie sono una competizione elettorale attraverso la quale gli elettori o i militanti di un partito politico decidono chi sarà il candidato del partito (o dello schieramento politico del quale il partito medesimo fa parte) per una successiva elezione di una carica pubblica.

    La ragione delle elezioni primarie è la promozione della massima partecipazione degli elettori alla scelta dei candidati a cariche pubbliche, in contrapposizione al sistema che vede gli elettori scegliere fra candidati designati dai partiti.

    Ma a che servono le primarie se con la legge elettorale non si possono scegliere i candidati ?

    Con le primarie si sceglie chi deve candidarsi in un partito ma se alla fine quelli che scelgono sono le segreterie dei partiti non serve più a nulla scegliere dato che sempre scelgono loro stessi.....

    Se alle primarie gli elettori scelgono i propri candidati in un partito e poi alle elezioni sempre scelgono le segreterie a che cavolo serve tutto questo ?

    Es: Alle primarie gli elettori scelgono i candidati A,B,D,F,N,X,J,Z

    alle votazioni le segreterie dei partiti se ne infischiano che gli elettori alle primarie hanno scelto i candidati A,B,D,F,N,X,J,Z ed invece scelgono altro e quindi non serve a nulla tutto questo. Le primarie sono inutili......

    Le primarie servono ad illudere la gente a scegliere i candidati in un partito mentre alla fine non scelgono nulla........

     

    Prima scegli e poi le segreterie di partito iniziano a scegliere per te.Ma che cazzo mi fate scegliere a fare prima se poi alla fine scegliete sempre voi ?


    FAR SCEGLIERE AD ALTRI CIO' CHE DOVREBBE DECIDERE IL POPOLO

    Admin · 221 visite · 0 commenti
    Categorie: Prima categoria
    21 Nov 2012

    Pagina precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Pagina Successiva